Cortona

PDFStampaE-mail

Cortona è una di quelle cittadine di cui ci si innamora dopo averla visitata e di cui non ci si potrà mai più dimenticare.

Dall’alto dei suoi 500 metri di altitudine si erge possente su di un colle, dal quale domina l’intera Valdichiana e dal quale si può ammirare il lago Trasimeno.

Cortona è un vero e proprio libro di storia dell’arte a cielo aperto: per questo passeggiare per i suoi stretti vicoli ci fa tornare indietro nel passato, a quello etrusco,  quello medievale, a quello cinquecentesco, ed è straordinario come si sia mantenuta intatta nei secoli. Cortona ha dato i natali a tanti geni dell’arte, primo fra tutti Luca Signorelli, Pietro Berrettini detto "il Cortona", grande artista del Barocco, nonchè ospitato un altro grande, il Beato Angelico che nel Convento di San Domenico visse per alcuni anni. I musei sono tra più importanti d’Italia, come il MAEC (Museo dell’Accademia etrusca e della Città di Cortona), uno dei più completi e moderni a livello museo logico, con collezioni e corredi provenienti dalla tombe etrusche – spiccano primi fra tutti la famosa Tabula  Cortonensis e il Lampadario etrusco - e il Museo Diocesano, piccolo scrigno de l’Annunciazione di Beato Angelico e di tante opere di Luca Signorelli.

Numerosi eventi nazionali e internazionali sono ospitati a Cortona, come la famosa Sagra della Bistecca (dove si cucina la famosa carne chianina), che si svolge a Ferragosto, la Mostra mercato del Mobile antico (fine agosto -  inizi settembre) per gli appassionati di Antiquariato e soprattutto il Tuscan Sun Festival (prima settimana di agosto), evento a carattere internazionale che per alcuni giorni pone Cortona sotto i riflettori internazionali e che porta divi e personaggi del jet set.

Insomma…arte, storia, cultura ma anche tradizioni, folclore e ottima cucina!